Negli Stati Uniti il settore della Cannabis legale è soggetto ad un vero e proprio boom. Secondo i dati rilasciati dal centro studi New Frontier and Arcview Market Research nel 2015 la vendita di cannabis a scopo ricreativo – resa legale in Colorado, Washington, Oregon, Alaska e nel District of Columbia – ha registrato un fatturato di 998 milioni di dollari, in crescita del 284% rispetto ai 351 milioni del 2014.

Lo studio inoltre stima che il business della marijuana abbia toccato a livello nazionale il valore di 5.4 miliardi nel 2015 con un trend annuale del +30% per andare a toccare entro l’anno 2020 quota 28,2 miliardi di dollari.

Questi trend sono stati sufficienti ad ingolosire i Venture Capitalist statunitensi che hanno risposto con massicci investimenti nelle Startup innovative americane che operano nel settore della cannabis.

Cannabis Startup

Secondo dati ufficiali infatti tra il 2010 e il 2014 sono state 29 le società di Venture Capital ad investire nel settore della marijuana legale per un ammontare di 95 milioni di dollari ( più o meno lo stesso ammontare investito nel belpaese nello stesso periodo in startup di ogni settore).

A consacrare il business della cannabis nel mondo delle Startup è stata  la finale raggiunta al Tech Crunch Disrupt di San Francisco di Green Bits , un “point of sales” che permette di tracciare pianta e consumatore nei negozi abilitati a vendere la cannabis.

Anche i VIP investono nelle cannabis startup, da Snoop Dog a Willie Nelson

La vendita di marijuana negli Stati Uniti è regolamentata da una intricata struttura di permessi che traccia ogni singola pianta di marijuana ed ogni grammo di cannabis ricavato da esse. Chi vende sul territorio Statunitense è obbligato dalla legge a tenere traccia della provenienza e della destinazione di ogni busta di marijuana venduta. Green Bits – la startup di cui abbiamo parlato poco fa – consente di ridurre tutte le operazioni in un’unica procedura di pagamento integrando i database degli Stati in cui produrre e vendere l’erba è legale in un’ APP con il risultato di facilitare le operazioni.

Snoop Dogg investe sulle cannabis startup

Altro grande protagonista – e secondo classificato in una Startup Battle messa appunto sempre da Techcrunch- è Snoop Dog che ha lanciato la sua piattaforma Merry Jane una Social Media Platform per fumatori di marjiuana per fare in modo che “finalmente possano dire al mondo che gli piace fumare”. Snoop Dog è anche diventato un investitore dando vita ad un fondo di Ventur Capital destinato proprio agli investimenti nel settore delle Cannabis Startup. Ma non è l’unico VIP americano a dedicarsi alle Cannabis Startup, anche il cantante country Willie Nelson ha appena ottenuto il sostegno di una società di Private Equity per vendere le sue di coltivazioni nello stato di Washington e Colorado, dichiarando:

“Ho comprato tanta erba nella mia vita, è arrivato il momento di venderne un po’”

…E IN EUROPA COME SIAMO MESSI?

Ovviamente in Europa si sta ancora muovendo poco nel settore delle Startup per quanto riguarda il mercato della cannabis a causa di limitazioni e proibizionismo diffuso. Lo stato più vicino a noi in odore di di diventare un gigante della cannabis è Israele, tutto merito di un circolo virtuoso tra stato e imprese che hanno subito fiutato le grandissime opportunità di questo settore,  ma anche per via di di tecniche avanzatissime in campo agricolo sviluppate sul territorio Israeliano che sono  facilmente declinabili sulla coltivazione di marjiuana.

L’Unione Europea a questo punto si trova davanti ad un interrogativo che dovrà trovare presto una risposta: Continuare con la sua filosofia proibizionista – e dunque rinunciare a competere in un mercato miliardario in grado di risolvere, almeno in parte lo stato di crisi in cui l’ eurozona si trova- oppure abbracciare l’onda verde della legalizzazione ed investire in un business sicuro e profittevole in grado di rivoluzionare l’intero continente.

Vuoi conoscere nuove notizie sul mondo della Cannabis Culture? Segui Haze.Academy su Facebook e resta aggiornato sui futuri trend del mondo della Marijuana! Puoi trovarci anche su Instagram & Twitter!