Nello stato USA, dove la marijuana è legale anche a scopo ricreativo nasce la figura dell’esperto che durante il pranzo ti consiglia la migliore erba da abbinare ad ogni piatto

 

Alle ore 4.20 ( si, l’orario ovviamente non è un caso ) al Bud + Breakfast – a Denver, in Colorado – va in scena l’Happy Hour più esclusivo della città. Cosa lo rende cosi speciale? Quando ordini una pietanza, un esperto “sommelier della marijuana” sarà li per consigliarti la migliore varietà di cannabis da degustare abbinata al pranzo.

Si, perché per tutti quelli che hanno una cultura della cannabis – la marijuana non è tutta uguale. L’abbinamento tra cannabis e pietanze riesce a creare una combinazione di sapori unici in grado di soddisfare i palati più esigenti.

L’insalata di barbabietole e caprino si accompagna con la OG Kush; il pollo teriyaki con la Agent Orange e così via. Per ogni piatto c’è il perfetto abbinamento con una strain di marijuana.

bud + breakfast colazione a base di cannabis

L’idea di Bud + Breakfast nasce dalla mente di Joel Schneider, ex avvocato di Denver che ha deciso di investire in questa originalissima attività… e ci ha  visto giusto! Tutto ha avuto origine nel 2014 quando Schneider ha iniziato a ristrutturare le sei stanze della bellissima villa vittoriana che ha trasformato in Hotel e che costano dai 299 ai 399 dollari a notte, ideando una colazione speciale che prevede  bacon e uova, waffle e un contorno a base di ganja. Successivamente è arrivata la collaborazione con Philip Wolffumatore gourmet – che ha dato vita a delle vere e proprie degustazioni a base di particolari pietanze e marijuana. L’idea di Philip è nata quando si trovava in visita ad un vigneto in Spagna, dove le persone condividevano cibo e vino in compagnia. Così Wolf ha iniziato a promuovere in Colorado delle cene a base di pietanze gourmet e particolari varietà di marijuana. Roba da veri intenditori.

 

“La cannabis, dal punto di vista di un intenditore, ha le stesse qualità del vino”

Spiega  entusiasta Philip Wolf , perché i clienti non sono tutti uguali: Se c’è chi preferisce tracannare del pessimo vino in cartone c’è anche chi è più esigente e preferisce una bottiglia di qualità; lo stesso concetto lo si può associare alla cannabis.

 

La missione di Wolf – e della sua iniziativa – è quella di diffondere la cultura della cannabis e spiegare ai meno esperti quali sono i segreti degustativi di questa meravigliosa pianta. Per fare questo ha creato una società di formazione sulla cultura della cannabis chiamata Cultivating Spirits. Lo scopo è molto semplice, organizzare delle serate a tema itineranti in case private – perchè la marijuana in Colorado è libera ma non può essere consumata in pubblico – per degustare i migliori abbinamenti tra cibo e cannabis.

Il funzionamento di queste cene itineranti è – alla base – molto semplice ma efficace: Wolf opera rivolgendosi ai Budtender della zona, selezionando nel negozio le migliori varietà di marijuana in base al loro odore,gusto, forza ed effetto previsto. Dopodiché invia allo Chef incaricato della cena le descrizioni delle varietà scelte. Tenendo conto di ciò lo chef creerà il menu da abbinare alle varie strain di cannabis. Il costo di una cena a base di marijuana può andare dai 125 ai 180 dollari. Purtroppo il viaggio in Colorado non è incluso nel prezzo.

Vuoi conoscere nuove storie sul mondo della marijuana? Segui Haze.Academy su facebook e resta aggiornato sul mondo della Cannabis Culture