Una sentenza dell’Alta corte del paese ha sancito l’incostituzionalità della legge che prevede il divieto di coltivazione, possesso e consumo di cannabis

JOHANNESBURG – La legalizzazione della coltivazione ad uso personale della marijuana sarà presto una realtà in Sudafrica. Questo grazie ad una storica sentenza dell’Alta corte del paese che si è espressa contro la legge che prevede il divieto di coltivazione,possesso e uso della marijuana. Emettendo la sentenza ( disponibile a questo link per i più curiosi) l’Alta corte ha voluto sottolineare quanto l’attuale divieto di coltivazione della “dagga” – così viene chiamata in Sudafrica la marijuana – sia “ingiusto, antiquato e discriminatorio” .

Il Sudafrica è stato uno dei primi paesi a livello mondiale a vietare il consumo e la produzione di cannabis sul suo territorio, questo grazie all’attuale legge che è entrata in vigore nel lontano 1908. Primi a vietare ma anche tra i primi ad aprire al paese le porte della rivoluzione verde che giorno dopo giorno investe sempre più paesi a livello planetario.

La sentenza emessa a favore della coltivazione ad uso personale della cannabis concede al parlamento Sudafricano due anni di tempo per varare una nuova legge che tenga fede di quanto stabilito dall’Alta corte. Tenendo conto dell’approccio progressista dell’attuale governo sul tema della cannabis non è assolutamente da escludere che la prossima legge in materia preveda una vera e propria legalizzazione della marijuana.

L’attuale legge che regolamenta il possesso e l’uso di cannabis in Sudafrica è molto severa e prevede anche il carcere se un cittadino viene trovato in possesso di pochi grammi di marijuana, mentre da oggi solo lo spaccio verrà punito in tal senso mentre chi utilizza la cannabis per scopi personali non correrà alcun rischio di procedimento penale.

Vuoi essere sempre aggiornato sul mondo della cannabis culture? Segui Haze.Academy, la community degli appassionati di marijuana. Puoi trovarci su Facebook | Instagram | Twitter