il canada legalizza la cannabis

Con 52 voti favorevoli e 29 contrari, il Senato ha confermato il sì della Camera dei deputati (205 a 82) e da settembre sarà possibile consumare e produrre liberamente la cannabis, anche a scopo ricreativo.

Il momento tanto atteso dagli appassionati di cannabis di tutto il mondo è finalmente realtà: il Canada – come promesso durante lo scorso anno dal Primo Ministro Justin Trudeau – ha legalizzato la marijuana ad uso ricreativo.

Via libera dunque alla legalizzazione della cannabis in Canada, che diventa il primo Paese del G7 a consentire il consumo e la produzione anche a scopo ricreativo. Con 52 voti favorevoli e 29 contrari, il Senato ha confermato il sì della Camera dei deputati (205 a 82) e da settembre sarà possibile consumare e produrre liberamente la cannabis, una vittoria che non riguarda solo gli attivisti canadesi ma quelli di tutto il mondo cannabico. In base alla Costituzione la Camera alta non poteva bloccare il progetto, tutt’al più poteva presentare degli emendamenti.

Resta solo la formalità della sanzione reale, il decreto applicativo del governatore generale in qualità di rappresentante della regina Elisabetta II. In Canada la marijuana era proibita dal 1923, anche se dal 2001 era possibile utilizzarla per finalità terapeutiche.

La riforma, che avvicina il Canada all’Uruguay che cinque anni fa aveva approvato per primo una piena liberalizzazione, è stata voluta dal premier Justin Trudeau e faceva parte del programma del suo Partito liberale, che mantenendo la sua promessa trasformerà il Canada in uno dei principali motori della rivoluzione verde che sta inesorabilmente invadendo tutto il mondo.

 

Vuoi essere sempre aggiornato sul mondo della cannabis culture? Segui Haze.Academy, la community degli appassionati di marijuana. Puoi trovarci su Facebook | Instagram | Twitter