Mary Jane Berlin

L’evento cannabico più famoso della Germania – svoltosi a Berlino dall’8 al 10 Giugno – ha riscosso un ottimo successo: l’Italia grande protagonista internazionale grazie alle infiorescenze della Start-up Mary Moonlight.

Il Mary Jane Berlin è senza dubbio l’evento dedicato alla cannabis più importante della Germania. Con i suoi  6.500 m2 di spazio espositivo e 2.000 m2 di spazio esterno il festival ha ospitato oltre 200 espositori sia nazionali che internazionali: mettendo così in mostra l’eccellenza della cannabis a livello europeo.

I protagonisti di questa edizione sono stati numerosi, e gli appassionati si sono riversati a migliaia nell’ Arena Berlin, la splendida location dell’evento che affaccia lungo lo Sprea, il fiume che attraversa la città di Berlino.

Mary Jane Berlino

Tra i protagonisti di questa terza edizione possiamo annoverare – con un po di orgoglio nazionale – la nostrana Mary Moonlight, la prima azienda italiana a promuovere la filiera delle infiorescenze di cannabis light. Il successo della canapa made in Italy all’estero è stato certificato dal grande interesse dei numerosi visitatori accorsi agli stand di Mary Moonlight.

È andata molto bene – racconta Francesco Scopellitti di Mary Moonlight –  eravamo l`unico brand di Cannabis light presente alla manifestazione con i suoi prodotti. La risposta è stata positiva, davvero tante persone interessate  e piene di domande sul cbd e sui fiori , sembrava di essere in Italia un anno e mezzo fa ( periodo del boom della cannabis light n.d.r.). Non solo appassionati ma anche un sacco di rivenditori e imprenditori interessati al settore. Un ottimo inizio per un mercato che è ancora tutto da sviluppare.”

Mary Moonlight Berlino

Il Cannabusiness italiano è un settore in rapida ascesa, come testimonia il decuplicarsi dei terreni coltivati dai 400 ettari del 2013 ai quasi 4mila stimati per il 2018, ed ora sembra proprio pronto a fare il grande salto di qualità e a lanciarsi sul mercato estero, apportando al nostro sistema economico un grande contributo. Del resto il “Made in Italy” è ormai un brand che è sinonimo di qualità, e anche nel settore della cannabis può rappresentare un valore aggiunto nella corsa all’oro verde che ormai dilaga in tutta Europa.

 

Vuoi essere sempre aggiornato sul mondo della cannabis culture? Segui Haze.Academy, la community degli appassionati di marijuana. Puoi trovarci su Facebook | Instagram | Twitter