consumatori di marijuana più soddisfatti

Uno studio ha osservato che chi fa uso di marijuana ha un reddito più elevato rispetto a chi si astiene, ma anche un livello di istruzione maggiore e una vita più felice.

Le persone che utilizzano la cannabis vengono spesso associate all’insuccesso, all’apatia e alla pigrizia. Ma, al contrario del classico stereotipo, una nuova ricerca suggerisce che i consumatori di marijuana hanno generalmente più successo e soddisfazione personale di chi invece non ne fa uso.

Lo studio, condotto dai ricercatori della BDS Analytics, ha analizzato i consumatori di marijuana e coloro che invece si astengono in una vasta gamma di fattori mentali, sociali e finanziari. Tra questi troviamo: livello di soddisfazione della vita, atteggiamenti nei confronti della genitorialità e dati sull’occupazione.

L’analisi è stata condotta in due stati statunitensi che hanno votato a favore della legalizzazione della marijuana, il Colorado e la California.

Sfatando il mito del fumatore con scarsa motivazione personale, in California si è scoperto che il 20 per cento dei consumatori di cannabis ha ottenuto un master universitario, contro il 12 per cento di coloro che invece non hanno mai fatto uso di marijuana.

In termini di reddito familiare, i consumatori di cannabis sono al primo posto con una cifra pari a 93.800 dollari contro i 70.000 dollari di chi invece si astiene.

reddito consumatori cannabis

Risultati molto simili si sono potuti osservare anche in Colorado dove il 64 per cento dei consumatori di marijuana risulta occupato in un lavoro a tempo indeterminato, rispetto al 54 per cento dei non consumatori.

Lo studio della BDS Analytics ha inoltre confutato lo stereotipo secondo il quale i consumatori di cannabis sono persone irresponsabili: in California, il 64 per cento dei consumatori ha infatti dato vita ad una famiglia, mentre la percentuale dei non consumatori rimane ferma al 55 per cento.

consumatori marijuana e famiglia

In termini di  soddisfazione della vita, 5 consumatori di cannabis su 10 in Colorado hanno dichiarato di essere molto più soddisfatti delle loro vite rispetto all’anno precedente, contro i 4 su 10 di chi invece si astiene dal consumo di cannabis.

Anche le attività e le abitudini considerate sane sono in qualche modo correlate al consumo di marijuana. In Colorado – ad esempio – il 36 per cento dei consumatori si è descritto come “persona molto sociale” ( contro il 28 per cento dei non consumatori).

I consumatori del Colorado e della California inoltre hanno dichiarato di aver goduto maggiormente di attività ricreative all’aperto rispetto ai non consumatori.

cannabis e vita sociale

Anche per quanto riguarda il volontariato il trend che vede i consumatori di marijuana in testa alle classifiche non sembra invertirsi. Le attività di volontariato infatti sono molto comuni tra gli appassionati di cannabis, in California il 38% dei consumatori infatti impiega parte del proprio tempo per aiutare gli altri.

La ricerca come si riesce a dedurre dai dati non vuole assolutamente dimostrare che l’utilizzo di marijuana riesca in qualche modo ad alterare la vita delle persone, ma piuttosto ha dimostrato che lo stereotipo del consumatore di cannabis pigro e nullafacente rimane nell’immaginario di chi non vuole fare i conti con la realtà: la marijuana – se usata consapevolmente – non influisce sulla qualità di vita delle persone.

Hai trovato interessante questa notizia? Rimani sempre aggiornato sul mondo della cannabis culture! Segui Haze.Academy, la community degli appassionati di marijuana. Puoi trovarci su Facebook | Instagram | Twitter